Racconti

“Sottopelle” di Chiara Guerri

Sabato 19 settembre, 6:00 Clara apre gli occhi e mette a fuoco le quattro pareti che proteggono il mattino stropicciato. Abbandona un ultimo sbadiglio sopra alla federa di fiori di pesco e inizia pian piano a esplorare la geografia del corpo. Punta le braccia verso l’alto, irrigidite, fino ai polpastrelli che tornano a tuffarsi sotto… Continua a leggere “Sottopelle” di Chiara Guerri

Racconti

“Otto metri sotto” un racconto di Carolina C.

Erano passati alcuni giorni dall’ultimo incrocio di sguardi nell’atrio del portone, ma pochi secondi erano bastati ad imprimere nel suo cervello la voglia di qualcosa di più.Si conoscevano da anni come si conoscono i vicini di casa: un buongiorno, qualche ciao e forse un paio di frasi sul tempo o sul parcheggio. Un piccolo condominio… Continua a leggere “Otto metri sotto” un racconto di Carolina C.

Racconti

“Grandi speranze” di Lilith

Ron Hicks Filippa sedeva alla finestra della cucina, crogiolandosi nella coccola mattutina del suo caffellatte dopo l’ennesima nottata insonne. Una sottile pioggia estiva tamburellava sul vetro mentre si ritrovava a pensare a Stella, conosciuta online pochi mesi prima. Ogni tanto si chiedeva se avesse fatto bene a scaricarla, ma in fondo ne era convinta: del… Continua a leggere “Grandi speranze” di Lilith

Racconti

“Spazi vuoti” di Maria Letizia Capuano

«Amore, oggi non mi sento tanto bene» mugugna mentre continua a raggomitolarsi nel letto sfatto.«Perché, che ti senti?»«Ho la nausea» dice, e immerge la faccia nel cuscino. I borbottii riemergono attutiti dalla stoffa a righe bianche e blu che incorniciano i suoi capelli, ramati e sottilissimi.Là immersa, pensa a cosa potrà mangiare per pranzo. Non… Continua a leggere “Spazi vuoti” di Maria Letizia Capuano

Racconti

“Campeggio temperato” di Irene

"L'abbraccio (gli amanti)" di Egon Schiele Dopo la sessione estiva ci meritiamo una vacanza. Una di quelle in camper. Decidiamo di andare in Svizzera. Non c’è molta gente, e la considero una grande fortuna.Una sera decidiamo di accendere il fuoco. Il bagagliaio aperto ci permette di prendere ciò che ci serve.Tra un aneddoto e l’altro,… Continua a leggere “Campeggio temperato” di Irene