I consigli di Clitoridea & Friends.

Clitoridea & Friends: si può fare il pap test se non si è mai avuto un rapporto penetrativo?

Ci scrivono quanto segue!

Comment: Ciao, spero che possiate aiutarmi perché non so a chi rivolgermi ho ricevuto l’invito a partecipare al programma nazionale di screening per la prevenzione del tumore al collo dell’utero, c’è scritto che consiste in un pap test. Il problema (che mi crea non poco disagio) è che io pur avendo 25 anni sono ancora vergine e mi vergogno molto di questo. Non ne parlo con mia madre da anni, per dirvi, ho provato a fare sesso con un ragazzo ma non ci siamo riusciti e lei non sa nulla…ho anche chiesto consiglio a delle amiche e sto aspettando anche la loro risposta, ma intanto lo chiedo anche qui: posso fare questo pap test lo stesso anche se sono (purtroppo) ancora vergine? E se potessi, come posso superare l’imbarazzo di parlare della mia condizione a chi mi visiterà? Grazie a tutti!

6 pensieri riguardo “Clitoridea & Friends: si può fare il pap test se non si è mai avuto un rapporto penetrativo?

  1. Non hai nulla di cui vergognarti… ognun* di noi si approccia alla sessualità con i propri tempi…

    Credo che dovresti parlarne a chi ti farà il pap test e dirle che appunto non hai avuto rapporti di tipo penetrativo, in modo che possiate valutare insieme… penso che tu possa anche chiamare il centro che ti farà il pap test e chiedere direttamente….

    "Mi piace"

  2. Il testo è preso dal sito dell’AIRC, ti lascio il link https://www.google.com/amp/s/amp.airc.it/cancro/affronta-la-malattia/guida-agli-esami/pap-test

    Per quanto riguarda l’imbarazzo di riferire la tua “condizione” al medico, non c’è niente di male ad avere rapporti più avanti dell’età media, o nel non averne affatto. Le forme di affettività e sessualità sono tantissime, così come le convinzioni personali e religiose, e ogni scelta deve essere rispettata. I professionisti non ti giudicheranno, non sono lì per questo e non hanno tempo per farlo, e credimi vedono cose di ogni tipo, la verginità di una ragazza di 25 anni non è una stranezza, anzi. Vai tranquilla e non farti frenare da questo imbarazzo, la diagnosi precoce è molto più importante.

    "Mi piace"

  3. Ciao. Innanzitutto vorrei rassicurarti riguardo all’essere ancora vergine. Non è una vergogna né qualcosa di brutto, né una condizione della quale doversi liberare. E se qualcuno, che siano amiche o un ragazzo, ti fanno sentire sbagliata o “indietro” per questo non hanno ragione, ma ti stanno mancando di rispetto. Per quanto riguarda la questione del paptest, credo che la cosa migliore che tu possa fare è rivolgerti al consultorio presso il quale dovresti eseguirlo e parlare con il ginecologo e/o l’ostetrica. L’esame non è particolarmente invasivo, ma è un po’ fastidioso, specie visto che non hai ancora avuto rapporti, perciò parlarne con le Professioniste magari chiarirà i tuoi dubbi.

    "Mi piace"

  4. Ciao, il pap test lo puoi fare tranquillamente. Chi lo eseguirà potrebbe anche non accorgersi affatto che non hai mai avuto un rapporto penetrativo pene-vagina, quindi non devi per forza dirlo. Fai quello che ti fa sentire più a tuo agio 🙂
    Io ho avuto la prima penetrazione pene-vagina a 26 anni, all’epoca ho pensato spesso di avere qualcosa di sbagliato, ma col senno del poi posso dire che semplicemente non avevo mai trovato la persona e la situazione che andavano bene per me. Non c’è un giusto e sbagliato sul quando avere o non avere rapporti. Quel che conta è quello che ti dice il tuo corpo. E se ti dice che avere rapporti è doloroso, mi permetto di consigliare di vedere se è tutto a posto a livello ormonale o di pavimento pelvico.

    "Mi piace"

  5. Penso sinceramente che la tua verginità non possa impedirti di fare il Pap test, l’imene infatti è in realtà aperto per natura, non solo dopo il primo rapporto sessuale, di conseguenza non penso che ci dovrebbero essere problemi, anche perché alcuni tipi di papilloma virus si possono contrarre anche senza aver avuto rapporti sessuali. La cosa che mi sento di consigliarti è di dire a chi ti dovrà visitare di non aver mai avuto rapporti sessuale per una questione di delicatezza nell’analisi. Detto ciò, per quanto posso capire che non farà la differenza detto così, anche io penso che non ci sia nessuna vergogna nell’essere vergine. Il primo pensiero potrebbe essere che è facile dirlo dal punto di vista di chi non ha questi problemi, e hai ragione, sicuramente non so come ti senti perché io non sono te. Io ho avuto il mio primo rapporto che ero molto piccola, troppo probabilmente, e posso affermare di aver avuto il mio primo vero rapporto,degno di essere chiamato tale a 23 anni. L’età dona molta consapevolezza sul fisico e sulla mente, cosa che non arriva dall’esperienza nel sesso, ma da te stessa. Io credo che se avessi saputo tutto quello che so ora su di me avrei evitato tantissime cose che mi hanno segnato, sessuali e non, nelle relazioni. Tu sei vergine a 25 anni e non puoi cambiare il passato, ma la tua consapevolezza può influenzare il tuo futuro, può permetterti di vivere il sesso e l’amore in modo meraviglioso. Non è importante quando lo fai, l’età è solo un numero su cui la società si basa per dire se è presto o è tardi, io credo invece che esista il momento giusto per te e te soltanto e nessuno può dirti diversamente. Non ti imbarazzare a dirglielo perché sono professionisti e si occupano di quello e soprattutto, anche vedessi in loro uno sguardo di giudizio, è importante ciò che tu pensi di te stessa, non loro.

    "Mi piace"

  6. Ciao,
    Il fatto che tu sottolinei che sei “purtroppo” ancora vergine indica che non vorresti esserlo, e ti invito a riflettere sul perché:
    -se è per essere “all’altezza“ di chi ha già avuto rapporti, non hai niente di meno né niente di più. Non è una gara a chi lo fa prima o a chi lo fa di più, o a chi lo fa dopo ovviamente, ognuno vive la propria sessualità come preferisce, cercando di essere consapevoli di se stesse, dei propri bisogni, delle proprie necessità e dei propri diritti (doveri non ne hai)
    – se invece te ne rammarichi perché hai avuto problemi fisici che ti hanno impedito di completare la penetrazione, forse lo screening per il pap test può essere l’occasione per trovare un ginecologo con cui confrontarti per capire se è un problema psicologico o fisico, e in entrambi i casi risolverlo con l’aiuto di un professionista. Le amiche sono preziose, ma possono essere inconsapevoli tanto quanto te e aumentare il senso di frustrazione nel caso loro non abbiano mai sperimentato questi problemi.
    Il ginecologo, uomo o donna che sia, è una persona di fiducia. Ti direi che sono tutti degni di questo nome, ma non è vero. Potrebbe capitarti una persona superficiale, o qualcuno con cui non ti senti a tuo agio. Fortunatamente, ce ne sono tanti, non scoraggiarti e trova lo specialista che non esegua solo la visita in senso fisico ma sia un punto di riferimento anche per assumere più consapevolezza sul tuo corpo e sciogliere ogni dubbio o preoccupazione.
    Lo screening per il pap test è utile in ogni donna, a maggior ragione in chi ha avuto rapporti sessuali per la trasmissione fell’HPV, alcuni ceppi del quale possono aumentare il rischio di insorgenza di carcinoma del collo uterino. Se ciò che ti sto dicendo è arabo, chiedi al tuo medico di spiegarti tutto per bene, è l’unico a cui affidarsi per informazioni certe su temi importanti come la salute.
    In bocca al lupo per tutto

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...