I consigli di Clitoridea & Friends.

Clitoridea & Friends: il BDSM è antifemminista?

Ci scrivono quanto segue…

Ciao! Ho una specie di dilemma. Sono interessata a pratiche BDSM anche se non ho ancora avuto occasione di provarle. Allo stesso tempo ritengo di avere ideali femministi. Leggendo vari articoli e altro materiale però ho constatato che molte persone (femministe o anche no) considerano le pratiche BDSM come antifemministe, a causa delle pratiche di sottomissione della donna all’uomo. Io quindi sarei antifemminista solo perché mi attira l’idea di essere legata consensualmente? Qualcuno può darmi delucidazioni?

Per lasciare un commento scorri fini a giù!

(NO SPAM!)

4 pensieri riguardo “Clitoridea & Friends: il BDSM è antifemminista?

  1. Si può essere femministe e allo stesso tempo amare le pratiche BDSM, perché il tipo di dominazione che si cerca non ha nulla a che fare con la prevaricazione maschilista insita nella società. È, nè più nè meno, una fantasia, un gioco erotico delle parti, in cui alla fine è comunque il bottom che detiene il potere di interrompere il gioco, in qualsiasi momento. Non vengono a mancare il rispetto per la persona e per le sue scelte, il calarsi in certe parti è consensuale e non imposto. La dimensione sessuale è talmente ampia che non esistono pratiche femministe ed altre anti-femministe, ognuno dovrebbe essere libero di esplorare i propri desideri e le proprie inclinazioni senza sentirsi in colpa per questo.

    Piace a 1 persona

  2. Ciao. Non credo che fare BDSM sia antifemminista. Il femminismo è anche essere liberi di sperimentare tutti gli aspetti del mondo del sesso come il sado masochismo e il bondage(e tante altre cose).
    Ti consiglio di seguire quello che senti, divertirti e informarti molto bene sull’argomento.

    "Mi piace"

  3. Io pratico bdsm da anni. I ruoli sono parte del gioco, e nel gioco ci si diverte! Non sono assolutamente d’accordo che sia antifemminista.
    Anche perché ci sono molti uomini che si fanno sottomettere da donne dominatrici!
    Il ruolo è dettato dalla propria natura e da quello che piace fare / subire. Non è assolutamente collegato alla discriminazione.

    "Mi piace"

  4. Tutto quello che avviene durante un rapporto bdsm o una relazione di questo tipo è consensuale e voluta da chi desidera ricevere certe pratiche dal proprio Padrone. Quindi se una donna desidera certi gesti da un Master non vuol dire che sia sottomessa, anzi spesso la schiava ha un ruolo molto attivo e comunque ciò che le fa il Master è sempre concordato nel rispetto dell’altro e della sua sicurezza.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...