I consigli di Clitoridea & Friends.

Clitoridea & Friends: come fare i conti con me stessa?

Ci scrivono quanto segue:

Come fare i conti con se stesse?
Ad un festino tendenzialmente alcolico è capitato che mi appartassi con due vecchi flirt (separatamente, insomma in due momenti differenti della serata), pur essendo consapevole che, da parte mia, non nutrissi particolare interesse né per l’uno né per l’altro. Non siamo andati oltre le pomiciate “light”, anche se, ad essere onesta, non so se sarei stata disposta a fare anche altro.
Quando i due, nei giorni successivi, mi hanno contattata, hanno confessato la loro disponibilità a “divertirci senza legami”. Non ritengo in sé un problema avere un legame-senza legami, ma adesso non ne ho voglia. Il vero problema qual è? Che ho avvertito fastidio in questa richiesta così diretta, come se fosse una cosa automaticamente dovuta. Tutto ciò mi fa sentire un’ipocrita, perché mi professo paladina della libertà sessuale, ma mi sto sentendo oggettivizzata.

Scorri in basso per lasciare il tuo consiglio ⬇️

2 pensieri riguardo “Clitoridea & Friends: come fare i conti con me stessa?

  1. Secondo me ti poni troppi problemi dovuti al fatto che forse ti aspettavi qualcosa di diverso da loro pur non volendo altro.. Non so se mi sono spiegata 😀

    "Mi piace"

  2. La libertà sessuale significa prima di tutto libertà, cioè di fare ciò che vuoi, come vuoi. Essere libera sessualmente non significa per forza concedersi a prescindere, significa che se ti va lo fai senza avere dubbi sulla tua moralità. Una cosa diversa è avere dubbi sul fatto che tu lo voglia o meno, lì non diventa più libertà se ti senti obbligata, anche da te stessa. Soprattutto nel momento in cui ti senti oggettivata non vuol dire che sei tu che ti tiri indietro, semplicemente che ti è stato chiesto in un modo che non ti è gradito e ti fa sentire come se loro se lo aspettassero da te. Forse il chiederlo in modo diretto senza confidenza (ma anche con) lascia un retrogusto amaro di consenso dato per scontato. Non è che se abbiamo fatto qualcosa in precedenza posso dare per scontato che tu voglia rifarlo, che ti vada farlo senza impegno o cose così. Per quanto riguarda me almeno, spesso percepisco le richieste troppo esplicite come un ‘so che mi dirai di si’ e, a prescindere dal fatto che sia vero o meno che dirò di si, la vedo come un’invasione del mio personale spazio decisionale, come se limitassero la mia libertà di decidere alle loro aspettative, chiedendomelo non perché gli interessa la mia risposta, ma per formalità. Non so se mi sono spiegata.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...