Poesie

Poesie di Jenny

@autumnskyeart@autumnskyeart

Il caos nelle tue mani

Le tue mani che mi stringono

i fianchi, come una dolce morsa,

mi tirano verso di te 

per far combaciare perfettamente 

la tua bocca al mio capezzolo.

Fino a quando, pelle contro pelle, 

comincia il caos e io ci voglio annegare…

voglio annegare nell’inchiostro della tua lingua,

sulle tue labbra sento il mio sapore.

Espandi il fuoco che c’è tra le mie cosce

si avvinghiano a te e al tuo dorso.

Mi fai sentire il bisogno di te, 

come un koala col suo albero, 

quando mi reclami con le tue mani.

Mi fai sentire la sovrana 

quando dal basso sento le tue mani,

quando in quel caos resti seduto sul trono. 

E mi fai sentire immensa

quando dall’alto lecco le tue dita 

per sapere che sapore ho mischiata a te. 

unnamed@psychedelich.paint

Nudo riflesso

In quelle sere senza sonno

mi spoglio davanti a uno specchio…

resto nuda e immobile 

a fissarlo, senza conoscere l’immagine.

Comincio ad accarezzare la fica

come l’ago di una siringa penetra la pelle

Mi masturbo ad occhi chiusi

davanti a un corpo spregevole,

un corpo che non sento mio

Come un verme nudo e bagnato 

piango nel piacere;

Scopando il fantasma 

o il surrogato di chi amo 

quest’ombra sconosciuta mi domina 

e io immagino ad occhi chiusi 

che abbia il suo volto, 

vorrei che fosse il suo respiro 

a solcarmi la pelle

non quest’alito pesante

di cui sono impregnata. 

Sputerò quella saliva di veleno 

di cui ho la gola piena. 

Vedo il suo corpo 

allungarsi sul binario

 all’orizzonte.

unnamed (1)Ed Freeman

Olfatto predatore

Il tuo odore sulla mia pelle 

è una sanguisuga silenziosa per i miei sensi 

Riempio le narici, ne ho il sapore in bocca

Mi danza attorno per un po’ e poi scompare

fa un po’ come gli pare

A volte è un male d’inchiostro 

che si espande e macchia il mare 

dietro le pupille 

Eppure per gli altri quest’odore non esiste

Esiste solo sommato a me 

o forse moltiplicato 

queste operazioni non le capisco 

Infondo forse è solo un tentativo

di colmare un vuoto nero pece dentro 

 levigando la superficie,

trovandole un incastro,

quell’attimo d’inibizione, di stordimento

Lo stordimento di quei baci lenti sul collo…

Il mio olfatto non fa altro che cercare

nuovi odori per stordirsi,

non è mai sazio

vorrei dirgli di fermarsi ma è un predatore, 

ha già trovato un’altra preda,  

pensava di essersi scordato del tuo odore

che il tuo orizzonte fosse vecchio, vuoto;

ma adesso mi sento sdoppiata 

come sempre divisa in più parti 

come la luna sta notte, era divisa in due 

senza forma e geometria, storta e orizzontale.

Così le mie forme deformi combattono;

dentro di me c’è una guerra civile… 

se non si sa quale sia il tuo schieramento

se non si sa chi essere 

o a chi appartenere 

come si fa ad amarsi?

Sta sera amo il mio culo 

con il pizzo rosso che ti piace tanto 

che lo adorna e le tue mani…

con la pelle che mi parla 

ed è in sintonia 

contro il muro freddo e bianco 

di un bagno pubblico lurido 

Ma bussano alla porta 

mentre la pelle sussulta,

negli occhi c’è la tempesta 

aumenta di certo il vento 

non si ferma. 

L’anima mettiamola da parte 

tanto è immortale

tanto non le importa di me

me non esiste è solo un attimo.

Pensiamo solo al  corpo 

ora che è infuocato

prima che si freddi

l’anima lasciamola là sporca di sangue

un bambino che nasce piange, ci avete mai riflettuto?

È l’anima che appena entra in lui

scalpita, piange le sue sbarre,

sa dell’atrocità del NON, 

dell’attimo che non esiste e ci distilla

in mille forme invisibili all’eterno.

La fila dietro la porta aumenta

nessuna via di fuga, solo quella porta 

Allora dopo un altro po’ si scappa via

Solo dopo un altro po’ di fuoco

solo dopo che c’è meno gente

guizziamo fuori da quel negozio

poi per strada immersi in risate nero pece.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...