Forum · I consigli di Clitoridea & Friends.

Clitoridea & Friends: ho 23 anni, sono vergine e penso che la mia prima volta non arriverà mai!

Ci scrivono quanto segue..

I vostri consigli:

🌻Che brava!
Sai più ti deprimi è più ci pensi. Non arriverà. Devi cercare di uscire in modo spensierato. Prima o poi arriverà. No sei bigotta sai molto bene quello che vuoi. E non è da tutte.

🌻Cara ventitrenne, ti parla una ragazza che non aveva mai avuto un fidanzato fino ai 23 anni. Zero storie, neanche un bacio dato per sbaglio. Ero molto consapevole di quello che volevo ma anche tremendamente insicura. Chi mi stava attorno lo capiva e tutti ragazzi fuggivano a gambe levate. A un certo punto però un’amicizia speciale si è tramutata in un rapporto d’amore, principalmente perché mi sono sentita capita e ascoltata. Così ho fatto le prime esperienze ed è stato bello perché non erano fatte tanto per segnare un traguardo ma perché le volevo ed ero felice e contenta. Quello che intendo dire è che non sei affatto fuori tempo massimo bensì nel “tuo tempo”. Il disagio che provi lo capisco bene ma, fidati, esistono altre persone con dei valori simili ai tuoi. Purtroppo viviamo in una società che pensa alla sessualità come a una prova mentre invece è un viaggio una scoperta. Prova a scoprirli intanto e se ti andrà ti aprirai poi agli altri (anche dentro una relazione). Non esistono ricette magiche ma solo la tua unicità, che è fatta anche di questa insicurezza e della mancanza di alcune esperienze. Potrei dirti “inizia ad accettarle” ma sono sicura che in parte ti accetti già, altrimenti l’avresti già “data via” pur di far parte del gruppo. Perciò ti auguro invece di riuscire a ignorare sempre più il giudizio del mondo per dare retta a te stessa. Un abbraccio grande da una ex ventiquattrenne vergine.

🌻Fai come ti senti… Francamente I valori rimangono tali e nessuno la da via…. La cosa importante e’ essere a proprio agio e nel momento che senti la voglia anche di andare oltre fallo, non c’e’ nulla di piu’ naturale, ma comprimere se stessi per ipotetici valori, che oltretutto presumo siano legati magari a cultura cattolica diventa pericoloso per te e per la tua psiche, vivi le emozioni a fondo, anche quelle intime, e comincia a esplorare te stessa in primi, vedrai che il resto verra’ da sé…

🌻È la difficoltà di essere sè stessi. Sentirsi unici e soli nel nostro sentire può essere molto duro, e certe volte sopraggiunge il desiderio di conformarci all’idea stereotipata che abbiamo degli altri. Non è detto che tutti considerino una ragazza vergine una bigotta, non è detto che tu venga intesa come “troppo vecchia”… Bisogna abituarsi a reggere la frustrazione dell’unicità, l’angoscia del sentirsi “diversi da”. Nessun consiglio poiché l’irrobustimento e la strutturazione della identità (favorita dal lavoro con lo psicologo) risolveranno tutto, e ad un certo punto queste angoscie perderanno la loro forza, solo e soltanto perché sarai forte e sicura della tua persona. L’autostima sarà la soluzione.

🌻Non esiste una prima o una ultima volta, esistono tante volte ognuna assolutamente unica, nel bene e nel male, ma siamo stati educati a dare valore a tutto e le aspettative ci divorano innescando inutili paranoie.
La sessualità, ma non solo, è percepita nella cultura occidentale come una cosa da cui scappare, vergognarsi e questo per un motivo ben preciso…
Tenere a bada l’individuo, perché emanciparsi sessualmente significa….liberarsi.

🌻Innanzi tutto questa storia mi fa riflettere su quanto sia sbagliata la società che spinge l’uomo a voler “concludere” a prescindere dai semtimenti e la donna ad avere inibizioni sessuali e a sentirsi sbagliata se non vi è della componente emotiva nell’atto sessuale, creando, dunque, interessi inconciliabili tra le due parti, continuando a tenerle in guerra fredda e a creare incomprensioni. Per quanto riguarda il caso specifico della ragazza che chiede consiglio, da un lato mi sento di dirle che non bisogna mai andare contro se stessi e i propri valori se si vuol vivere una vita appagante, d’altro canto però capisco il suo disagio e la pressione sociale nei suoi riguardi, il disprezzo per le donne troppo “sante” o troppo “puttante” (ci vogliono come comanda il maschio etero dominante: servizievoli nel modo che loro ritengono erroneamente più proficuo per i loro vantaggi)…Naturalmente chi non rientra nella minoranza ma dominante (quindi capace di imporsi come un maggioranza), nell’elite del maschio etero alpha, soffre di tutto ciò che concerne la sfera sessuale ( e altro)… come uomini che non riescono ad avere rapporti con le donne e viceversa e che a torto accusano il sesso opposto delle più infondate nefandezze, non analizzando il problema dalla radice: il Patriarcato. Tornando alla ragazza in questione, io le auguro con tutto il cuore di trovare una risposta nel profondo d se stessa, ma la inviterei a insistere maggiormente con la psicologa in merito ad ogni dubbio subentri su questa tematica… la situazione è delicata e penso che nessuno meglio di un esperto possa guidarla nella conoscenza di se stessa… in più vorrei anche lasciarle un altro augurio: spero che tu trovi una persona che rispetti i tuoi tempi e che ti ami sinceramente. So che in questa società è difficile, ma non impossibie. Se troverai una persona che realmente ci tiene a te, a patto che tu ti apra con estrema onestà e chiarezza in merito all’argomento con lui, capirà senza ombra di dubbio. Forse questa attesa/ricerca potrà addirittura essere un punto di forza e aiutarti a capire e selezionare meglio chi fa al caso tuo e chi realmente ci tiene. Sono sicura che se rispeterai te stessa,qualsiasi cosa desidererai in futuro, anzichè il parere degli altri, la tua prima volta sarà indimenticabile.

🌻Non si è mai troppo vecchi per la prima volta, né tantomeno per cambiare idea. Sono cresciuta in un contesto famigliare molto chiuso e pieno di tabù, sono cresciuta con l’idea del sesso come qualcosa di negativo. Ho deciso di abbattere queste barriere a vent’anni, ascoltando i bisogni del mio corpo e capovolgendo quelli che credevo i miei saldi valori. C’è stata la mia prima volta, non mi pento minimamente di averla vissuta. Sicuramente alcune “paranoie” restano. L’importante è essere sinceri con se stessi e farlo per volere proprio, non per pressioni esterne (quali sociali).

🌻Non abbiamo una data di scadenza, questa è la prima cosa che mi sento di dirti leggendo il fatto che ti senti vecchia per non aver perso la tua verginità all’età di 23 anni. Non siamo prodotti alimentari, non rischiamo di marcire e non dobbiamo essere buttati via. Certo, posso capire che da un punto di vista tu ti senta come se avessi messo la tua verginità su un piedistallo irraggiungibile da nessuno, ma non è così. Anche io ho voluto conservarmi per qualcuno di speciale, ho perso la verginità a 20 anni ma avevo avuto diverse possibilità di perderla prima, ma non ho mai voluto. Anche io come te considero la prima volta speciale e non c’è nulla di male nel volerla perdere con qualcuno che si ama e che ci ama a sua volta. In quanto ragazzo credimi, non penso che in molti ti vedano come bigotta, magari quelli che vorrebbero solo divertirsi un po’ potrebbero sentirsi intimoriti per il fatto che saprebbero che per te non sarebbe solo divertimento, ma un occasione speciale e si tirerebbero -indietro, ma quando qualcuno si innamorerà di te, e te di lui, beh allora non ci saranno problemi perché vi rispetterete a vicenda, io vedo l’amore così, rispetto reciproco. Non aver paura, sono moltissime le persone, ragazzi e ragazze, che non hanno perso la verginità ad un età “comune”, io stesso conosco 23enni, 20enni e anche più grandi che sono vergini, per un motivo o per un altro. Certo sono sicuro che la situazione possa essere frustrante, ma devi accettare il fatto che non esiste una data di scadenza e che sei tu la persona più importante nella tua vita, e meriti di rispettare i tuoi tempi!

🌻A mio avviso la deve vivere molto più serenamente e quando arriverà il momento lo capirà da sola. La persona giusta per me può essere anche un ragazzo di una botta e via o un buon amico, non per forza l’amore della vita. Ovviamente a prescindere da quello che deciderà di fare, sarebbe meglio avvisare il partner di conseguenza.

🌻Nessuno ti deve far pensare di essere meno per il fatto che tu sia vergine
Nessuno ti deve far credere di valere meno o di non essere abbastanza. Se ti senti nella condizione di poter scegliere liberamente scegli secondo quello che ritieni meglio per te.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...