Senza categoria

Clitoridea & Friends: come faccio a trovare un partner?

Ci scrivono quanto segue…

I vostri consigli!

🌻Come fare a vivere al meglio la situazione.
La situazione è non aver ancora avuto un partner.

1. Per vivere, godere, divertirsi, ascoltare musica, leggere, per andare al mare, bere, mangiare, disobbedire non è necessario avere un partner. Per vivere basta essere se stessi.
2. Il problema non è non avere un partner, ma è “so stare con me stessa? Mi piaccio? Mi accetto?”, un partner non darà legittimazione alla mia esistenza, sicuramente mi arricchirà, ma io esisto a prescindere dalla relazione sentimentale che intavolo. Perché le relazioni e i gesti ci definiscono, vero, ma esistono milioni di relazioni diverse, mica per forza sentimentali.
3. Sei stra giovane, l’insicurezza di questo momento, penso possa derivare dal non avere esperienze, che col tempo arriveranno, ma perché arrivino bisogna anche imparare a stare bene da soli.

🌻Credo che la verginità(perderla) sia ancora una prima esperienza importante e emotiva, da non gettare. Non ci si deve sentire affatto a disagio ma bisogna evitare quella paura dei contatti, magari anche la scintilla della passione ha bisogno di una piccola spinta.

🌻Accettando il fatto che ognuno ha i suoi tempi. Ognuno è diverso e non è detto che una persona riesca a trovare il partner con il quale lasciarsi andare così facilmente. Non è mica una gara sai?! Amati e accettati per quella che sei, sii in primis tu il tuo partner ideale e vedrai che le cose andranno da se!

🌻Ciao! Allora, se non sbaglio non è la prima volta che qualcuno scrive qui riguardo al non avere avuto una relazione con qualcuno entro l’età che la società solitamente ci fa credere essere sia quella giusta. Ora, l’unico consiglio che posso darti, è che a mio parere non esiste un età entro la quale si deve per forza avere un ragazzo/a o aver fatto sesso con qualcuno. Ci sono persone che scoprono il sesso a 13 anni in modo molto imbranato e ci sono persone che lo scoprono a 30 in modo altrettanto imbranato e non c’è nulla di male! Non so che età tu abbia, immagino come quella dei tuoi cugini, quindi 20-21 (anno più anno meno) e ti posso dire che è un’età normalissima per scoprire il sesso eventualmente. Io ho perso la verginità a 20 anni ma in parte è stata comunque una scelta perché volevo trovare qualcuno che mi amasse tanto quanto l’amavo io, prima di incontrare quella persona avevo avuto delle “possibilità” diciamo, ma le ho sempre rifiutate perché in cuor mio sapevo non essere – – giuste per me! Ed è a questo che devi pensare secondo me, trovare qualcuno che ti faccia sentire a tuo agio, trovare qualcuno che non ti faccia sentire fuori posto, che ti “accetti” diciamo, sebbene non ci sia nulla che debba essere accettato in te perché non c’è nulla che non va. Mi dispiace che tu stia vivendo questa condizione in modo così negativo, certo non sei l’unica, conosco ragazzi di 24 anni che tuttora non hanno mai avuto una ragazza e sono davvero furiosi al riguardo, ma purtroppo, a mio parere, se si inizia a pensare “devo trovare qualcuno con cui stare così da non essere più vergine” non se ne esce più, loro sono anni che fanno questo ragionamento e non è cambiato nulla. Conosco ragazze che hanno 20 anni e che non solo non hanno mai fatto sesso, ma non ne sono nemmeno interessate perché non hanno mai provato nulla per nessuno. Dici che quando parlano di sesso ti senti un’estranea, ma hai mai provato a far tuo questo argomento? A documentarti di più al riguardo? Il – -mondo del sesso è molto più che il semplice atto sessuale, è pieno di pratiche, riti, oggetti, materiali, accessori, kink ecc… Forse documentarti di più al riguardo potrebbe aiutarti a sentirti più a tuo agio in quelle conversazioni! E infine, ovviamente, se non l’hai già fatto, prendi confidenza col tuo corpo, scopri cosa gli piace, cosa non gli piace, e vivi la tua vita con serenità. Quando arriverà il momento giusto lo sentirai, un po’ romanica come frase forse, ma è vera. Concludo con la mia solita frase di rito, ovvero ricorda: non abbiamo una data di scadenza!

Ps: scusate la logorroicità

🌻Il mio consiglio è di non vivere con l’ansia di cercare a tutti costi un partner ne tanto meno di cercare qualcuno con cui perdere la verginità. Bisogna cercare di essere il più sereni possibili e per quanto riguarda agli amici consiglio di provare a cercare qualcuno altro con cui uscire e fare esperienze nuove (es. Associazioni culturali, volontariato, croce rossa ecc)

🌻In primis i complimenti per esser riuscita a dare parole al problema, è uno scoglio non da poco e ci sei riuscit*.

Ora, ci sono due altre attività che si possono fare.
La prima è il lavoro su se stessi, realizzare che non aver “debuttato” nel mondo della sessualità, per citare Sessolopotessi, non è una vergogna o qualcosa per cui sentirsi a disagio. Ognuno ha i suoi tempi e i suoi modi!
Il compararsi ad altri è una cosa che facciamo spesso, ma dovrebbe esser usata per arricchirci e non sminuirci o farci sentire male.

Il secondo grosso punto è lavorare per far capire questo disagio agli altri, anche se non vogliono la sensazione di disagio te la fanno provare.
Magari chiacchierare di questa cosa (il fatto che tu senta disagio) può aiutare.
Magari è un problema di linguaggio.
È fondamentale che non si cerchi una soluzione che implichi una “colpa” o un atteggiamento da cambiare in modo forzato. Ad esempio applicare soluzioni semplici come “Allora non ne parliamo, altrimenti ti senti a disagio” o “Dovresti sbrigarti a fare l’esperienza”.
Queste due soluzioni sono l’equivalente di buttate uno straccio sporco di una ferita aperta e sanguinante sperando che l’emorragia si fermi e guarisca da sola.

🌻Partendo da te stessa e scoprendo e facendo ciò che ti piace con ogni mezzo possibile! Mi rendo conto che può suonare banale, ma penso che l’unico modo sia quello di non focalizzarsi tanto verso l’esterno quanto su ciò che ti piace e le tue necessità.

🌻Capisco come ti senti (io non vedevo l’ora di scoprire il modo della sessualità levandomi per l’appunto l’etichetta della “verginella” non che qualcuno me lo abbia mai fatto pesare ma ero consapevole che mi stavo perdendo qualcosa) il mio consiglio è: non cercare a tutti i costi perchè puntualmente non lo troveresti o finiresti per accontentarti (cosa assolutamente da evitare secondo me) vivi alla giornata e vedrai che la persona giusta arriverà (te lo dico perchè ho constatato sulla mia pelle che è così) buon tutto.

🌻Capisco perfettamente la tua sofferenza perché la vivo anche io. La sofferenza causata da questa stupida norma sociale per cui non si può arrivare vergini alla maggiore età. Ti consiglio di non andare a una ricerca disperata di un partner, perché ne troverai uno che non ti ama e che vuole solamente sfruttarti, facendoti soffrire e pentirti della scelta fatta. Il partner che ti ama arriverà, e con lui starai bene, perché arriverà. Ti do tutto il mio supporto, e ti voglio bene e ti do un grande abbraccio.

🌻Ho quasi 25 anni e se potessi tornare indietro non farei sesso con almeno la metà dei ragazzi con cui l’ho fatto, ho vissuto la perdita della verginità come un cerotto da strappare e comunque dopo averlo fatto mi ci sono voluti anni per capire che il sesso è bello solo quando lo si fa in due, e io all’inizio tendevo a dare e basta, senza preoccuparmi di ricevere o senza preoccuparmi di chi non si preoccupava anche di me. Col tempo ho capito che la maturità e la conoscenza di me stessa e del mio corpo sono state fondamentali per portarmi a vivere relazioni e sesso in maniera più sana. Non credo c’entri l’età, ma come uno si sente dentro. Se mi guardo indietro per tante cose all’epoca non ero pronta e se avessi aspettato avrei fatto un favore all’altro e soprattutto a me stessa. In un’epoca dove si parla di sesso molto liberamente (e questo sotto certi aspetti va bene, ma sotto altri è dannoso) il paragone con gli altri è inevitabile. Ma è proprio qui l’errore, siamo tutti diversi, viviamo vite diverse, incontriamo persone diverse e ci piacciono cose diverse, per cui paragonarsi con gli altri è inutile e dannoso, proprio perché “un altro” non è noi.
È normale avere curiosità e voglia di scoprire questo lato della vita, ma deve essere una scelta che parte da noi e non da input esterni, anche perché il sesso lo si fa con un’altra persona e non c’è cosa peggiore che farlo con qualcuno con cui non ci sentiamo a nostro agio e con cui non c’è complicità e sintonia. Non dico di dover aspettare la persona giusta della vita, perché per me personalmente è un concetto un po’ aleatorio, ma sicuramente è bene aspettare la persona giusta per quel momento, senza forzare i tempi e i modi.
Se posso aggiungere un’ultima cosa, le consiglio nel frattempo di imparare ad amarsi da sola, di fare anche sesso da sola, di scoprire il suo corpo, cosa le piace e cosa no, non penso si possa star bene con qualcuno se prima non si sta bene con se stessi e soprattutto non si conosce se stessi.
Spero di essere stata utile, è un argomento che mi tocca molto e ci tenevo a dire la mia!

🌻Stessa situazione e ho quasi 20 anni! Non vivo bene con questa cosa ma sto cercando di non farne una tragedia. Ultimamente sono anche più tranquilla nei discorsi sul sesso o sulle relazioni, perché chi mi vieta di parlarne e di avere opinioni personali anche senza aver mai avuto esperienze? Non credo le due cose siano strettamente collegate. L’importante è capire che non veniamo giudicate solo per quello, che non tutti sanno della nostra vita privata e che non tutti se ne curano, anzi la maggior parte della gente se ne frega. Ci facciamo solo problemi inutili, forzaa!

🌻Ti capisco, ti capisco eccone, ci sono passata pure io, e per questo ti dico quanto segue. Sei giovane e non devi abbatterti perché non hai una relazione! Ognuno ha i suoi tempi, e quando saranno maturi vedrai che cambierà la situazione. Io ho vissuto 33 anni senza una relazione che andasse oltre la limonata col ragazzo casuale. Mi sentivo invisibile all’altro sesso, ero solo la migliore amica. Questa cosa mi bloccava molto in quanto mi facevo mille paranoie sul fatto che, se avessi incontrato un ragazzo col quale fare il passo successivo, mi avrebbe mollata perché ero ancora vergine. Mi ero creata un vero muro, accampavo scuse con me stessa solo per non soffrire e fare la forte! Poi a 33 anni c’è stata la svolta! Ho fatto un viaggio coi miei migliori amici, IL VIAGGIO DELLA Vita che mi ha aiutata ad abbattere quel muro e a capire che non ero così pessima, non ero invisibile, ero una donna, e che donna!! Due anni fa, x caso ho conosciuto un ragazzo, l’anno prossimo ci sposiamo! (continua) ho finalmente abbattuto il mio muro e sono felicissima! Quindi non ti abbattere, dai retta alla “zia” 39enne…ognuno ha il suo momento che prima o poi arriva.

🌻Ero nella tua stessa situazione. Mi dicevano tutti di non farne un problema è che sarebbe successo al momento giusto ma so che è difficile quanto sia comunque difficile. Anche io me ne facevo una colpa e pensavo che nulla sarebbe mai cambiato.
Quello che direi alla me stessa di quel periodo però è che in realtà non sei sbagliata o strana, è solo che non hai incontrato la persona giusta. Sembra una frase fatta ma quando troverai quella persona ti renderai conto che non eri strana te e, nel mio caso per esempio, scoprirai di essere molto più “avanti” di altre persone delle tua età, che ti facevi tanti problemi per nulla. Ognuno ha la sua testa, i suoi tempi e forzare le cose non serve a nulla. Sono sicura che fra qualche anno ti guarderai indietro e la penserai anche te come me. Nel frattempo cerca di volerti bene e non essere troppo dura con te stessa!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...