Racconti

“Attimo perla” di Marta Renda

dav

(Illustrazione Marta Renda)

Te ne stai chiusa a conchiglia, madreperla di una pelle quasi trasparente, le ossa a sfera della tua colonna vertebrale ti racchiudono la schiena in un collier di perle. Sto lì, immobile. Trattengo il respiro a un limite impercettibile dal tuo corpo, ti circondo a distanza. La luce della camera è di un giallo ocra e si riflette in tutte le pareti, stanca, dopo essere esplosa.
Lo specchio ai piedi del letto contiene ancora tutte le nostre forme, linee morbide con tocchi di dita e sospiri di vapore. Ci siamo guardate a lungo quel giorno, guardate nelle pupille, fin dentro l’Io. Ti ho guardata con le mie mani, ti ho sfiorato le labbra, quelle due foglie di petalo chiuso, rosa carne d’ombra, rosa canina, bocca di rosa. Le ho assaggiate tutte, masticandole senza denti, attenta a non straziarle. Mi hanno accolta come la corolla aspetta la pioggia. Io, ape, ho sentito il tuo polline prematuro farsi sempre più dolce: miele denso, ha gocciolato tra le mie pieghe di foglia non più secca.
I vari grovigli in cui ci siamo annodate restano fili disciolti al muro. Il nostro amarci è un insieme di fotografie in una camera oscura in uno sviluppo costante.
Ti risvegli dal tuo torpore di duro piacere, snodato il corpo dalla rigidità del picco dei sensi. Mi guardi. Ci abbracciamo calde e per qualche secondo restiamo in silenzio, le fronti l’una contro l’altra, nel segno dei gemelli astrologici. Di riflesso muoviamo le mani sui visi, in una carezza reciproca a scorrimento lento, ripetuta a lungo. Rapace d’un tratto t’involi e sei sopra di me distesa. Chiudo gli occhi e mi concedo al tuo flusso, sono una nuvola che si fa trasportare, trafiggere da fulmini di brividi che vanno fino alle orecchie, fino al lampo che mi scoppia nella testa, che mi toglie la vista: uno, due, tre…

È l’attesa prima del tuono che mi contorce il petto e risuona nella cavità del ventre dove tu lo fai battere.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...